1873 – 1881

| Una sede più adatta |

#07 | Sampierdarena

Postazione 7: Sampierdarena

La foto iniziale rappresenta il porto di Genova dell’epoca; la foto successiva riporta la prima stampa genovese del Bollettino Salesiano. Infine, la foto dell’Istituto di Sampierdarena acquistato da don Bosco nel 1872 dove vi aprì il secondo istituto salesiano in Italia, dopo quello nel quartiere torinese di Valdocco. La chiesa, eretta in parrocchia nel 1885 e restaurata a più riprese tra il 1895 e il 1929, venne completamente distrutta da un bombardamento il 30 ottobre 1943 e ricostruita tra il 1952 e il 1955, con la nuova intitolazione a “S. Giovanni Bosco e S. Gaetano”.

La storia di don Albera

26 ottobre 1871: fonda l’orfanotrofio di Genova-Marassi con laboratori di sarti, calzolai e falegnami.

Novembre 1872: trasferisce l’opera a Sampierdarena.

1873-1875: ampliamento degli edifici con nuovi laboratori (legatori di libri, fabbri-meccanici, tipografi e compositori).

Luglio 1875: don Bosco gli affida l’opera dei Figli di Maria Ausiliatrice per le vocazioni adulte.

14 novembre 1875: accompagna don Bosco sulla nave per il saluto ai primi missionari salesiani diretti in America.

10 agosto 1878: nella tipografia viene stampato il primo numero del Bollettino Salesiano che si stamperà a Sampierdarena fino al 1882.

Audioguida

Postazione 6
Postazione 8

Artworks